.
Annunci online

  roccammazzalavecchia
 
Diario
 



6 dicembre 2007

ho ordinato due cappuccini e non sono un vescovo


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. felicità

permalink | inviato da roccammazzalavecchia il 6/12/2007 alle 10:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa


4 dicembre 2007

vuvuvu.UalterUeltroni.it

"....Per questo immagino una costellazione di strumenti, più cose diverse, per parlare a più ragazzi possibile. Per questo immagino un movimento nuovo, aperto, una rete fatta di nodi interscambiabili, in grado di sollecitare e valorizzare anche in politica le energie che vi contraddistinguono. Una rete che si rivolgerà ai giovani in tanti modi: dall’agorà di internet e dagli incontri sul territorio, fino a una webradio, cortometraggi, mobilitazioni via sms.
Le primarie di primavera arricchiranno il Partito Democratico dei giovani italiani, e delle loro idee rendendolo ancora di più una forza innovativa e contemporanea.
Per questo il futuro sarà soprattutto il vostro.
La scommessa è fare, insieme, un paese diverso, un’Italia nuova"
Walter Veltroni


- Io non lo sò, però senz'altro lei ha un matrimonio alle spalle a pezzi.
- Che dice?
- Forse ho toccato un argomento che non...
- No...no...è l'espressione. Non è l'argomento, non è l'argomento, non è l'argomento...è l'espressione. Matrimonio a pezzi. Ma come parla...
- Preferisce "rapporto in crisi" ma è così kitch...
- Kitch! Dove le andate a prendere queste espressioni, dove le andate a prendere...
- Io non sono alle prime armi.
- Alle prime armi...ma come parla?
- Anche se il mio ambiente è molto "cheap"
- Il suo ambiente è molto...?
- E' molto "cheap".
- Ma come parla?
- Senta, ma lei è fuori di testa!

- E due. Come parla! Come parla! Le parole sono importanti. Come parla!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. la supercazzola

permalink | inviato da roccammazzalavecchia il 4/12/2007 alle 12:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


30 novembre 2007

la ragazza che non aveva paura

Qualche giorno fa ho incontrato una ragazza in treno. Era seduta di fronte a me e aveva davanti un computer. Non alzava mai la testa, quindi riuscivo a vederle i capelli castani, la punta del naso, il mento, ma non gli occhi.
Era così presa che se il treno avesse deragliato, avrebbe sollevato appena il capo e si sarebbe rimessa a battere sulla tastiera. Per cercare di attirare la sua attenzione ho tirato fuori dalla borsa il mio portatile, un vecchio scassone che nonostante tutto fa il suo mestiere, ossia farsi riempire di lettere, frasi, racconti e qualche volta romanzi.
L’ho messo proprio in faccia al suo in modo che i due schermi si sfiorassero. La ragazza ha alzato finalmente lo sguardo. Aveva due grandi occhi verdi.
Ha dato un’occhiata preoccupata al mio elaboratore, ha fatto una smorfia e ha detto: “È un 1400, buona macchina, lenta ma indistruttibile. Se fossi in te lo sostituirei con un G3, è il massimo, riesce a fare cose incredibili”.
Non lo diceva come il commesso di un negozio di computer. Uno che cerca di rifilarti qualcosa come se quella fosse una verità e basta, senza animosità verso il passato obsoleto. Io ho risposto che ci stavo pensando e lei, a quel punto, mi ha sorriso e ha ripreso a battere.
“Che stai facendo?” le ho chiesto. “Stai scrivendo?”
Ha scosso la testa: “Sto finendo di organizzare la mia home-page”.
Smarrimento nei miei occhi.
“Non sai cos’è un’home-page?”
“No, non lo so” ho dovuto confessare. Capivo che doveva essere grave non sapere cosa fossero le home-page, nel mondo di quella ragazza. Lei si è guardata intorno e poi si è accesa una sigaretta (eravamo in una zona non fumatori).
“L’home-page è la tua pagina di Internet. Uno spazio tutto tuo nella rete, dove puoi parlare di te, raccontare chi sei, che cosa ti piace, che cosa ti fa schifo, i film che preferisci o parlare del tuo gatto. E ci puoi mettere le tue fotografie, quelle dei tuoi amici. Puoi fare quello che vuoi. Vuoi vedere la mia?”
Certo che la volevo vedere. Si è spostata per sedersi accanto a me e mostrarmi la sua pagina. Al centro c’era una sua foto. Stava al mare con un cappello di paglia in testa e beveva da cannuccia una Coca-Cola. Era felice e soddisfatta. Accanto c’erano simboli e scritte. Ho cliccato e sono apparse una serie di foto in ordine cronologico. Marina a un anno, a due... fino a ventisei.
“Devo finirla e metterla su Internet. Secondo me l’home-page assomiglia a una stanza. La devi rendere bella, invitante. Ci devi mettere dentro le cose importanti che però ti piacciono, tipo fare il giro delle isole greche con la nave.”
Le ho chiesto perché voleva che degli sconosciuti guardassero le sue foto, giudicassero i suoi piaceri, si facessero un’idea della sua persona.
“È strano, non lo so. Ma siamo in tantissimi a farlo. Quando entri in un’home-page ben fatta, con cose divertenti, è come se quella persona la conoscessi. E se ti piace veramente, niente vieta di scrivergli e di diventare amici. Io ho un problema: ho paura del buio, la notte devo sempre avere una luce accesa. Ho paura quando se ne va l’elettricità, mi sembra di morire. Vedi, per esempio questo l’ho scritto nella mia home-page. E non sai quante altre persone soffrono della stessa cosa. Mi hanno scritto, continuano a farlo, e io rispondo. Ora sto andando a Ferrara a incontrare alcuni di quelli con cui ho avuto le conversazioni più assidue, soprattutto di notte. Sono le persone con cui condivido la gran parte delle mie sensazioni, prima avevo difficoltà a parlarne ma grazie a questo sistema ho capito di non essere la sola. Stasera abbiamo deciso di dormire tutti insieme e sono sicura che in caso di black-out sapremo come organizzarci. Senza avere paura.”


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. ammaniti

permalink | inviato da roccammazzalavecchia il 30/11/2007 alle 16:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


28 novembre 2007

V.E.R.D.I

Gentile corte UE per i diritti dell’uomo,
so che ha da poco ricevuto una lettera dal Signor Savoia e famiglia per la richiesta di un risarcimento. Le invio la qui presente proprio per approfondire tale incresciosa situazione.
Come tutti ben sappiamo, l’Italia ha inflitto al Signor Savoia e famiglia danni molto gravi, soprattutto dal punto di vista umano: prima di tutto il pretium doloris, il danno affettivo legato all'esilio, poi la perdita della vita di relazione e della possibilità di godere della propria patria, e infine il danno derivante dal divieto per gli eredi maschi di possedere beni in Italia.
Non devo essere certo io ad elencarle quali gravi ripercussioni sulla stabilità psicologica e fisica di qualunque essere umano, figuriamoci di un re, può comportare un danno di questo tipo.
Le chiedo quindi, a nome dell’intero popolo italiano, di accettare la richiesta del Signor Savoia e famiglia, che riporto fedelmente di seguito:

Aoh, io so il fijo del rre, nun me dovete rompe li cojoni, che a me me so venuti i danni psicologichi, e so dovuto andà a puttane pè vent’anni a causa del dolore dell’esiglio –lassà sta che c’ho nà mummia egizia pè moje che c’ha la faccia dello stesso colore della sòla delle scarpe- ma quello era il dolore, te lo giuro, signor corte deli diritti. Quindi lo stato italiano deve da sgancià li sordi, che pure quella stellina de mi fijo emanuelefilibberto ha sofferto tanto, e pè se dimentica er dolore s’è dovuto sposà quella francese de merda, clitoride, clotolde, clorinde…come cazzo se chiama lei. Poi se me riuscite a levà dalle palle pure tutti sti cazzo di parenti de mmerda che c’ho, che dicono che sò un morto de fame e li faccio vergognà, mè fai due piaceri. Aggrazie.”

Cordiali Saluti

Rocca


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. avanti savoia

permalink | inviato da roccammazzalavecchia il 28/11/2007 alle 13:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa


26 novembre 2007

ormai sono una BLOGSTAR

Questo è un gran risultato:

Blog letto 9540 volte

Grazie a tutti, miei affezionati lettori!

Ma soprattutto, grazie al mio più caro e appassionato lettore:

TI VOGLIO BENE F5 !!!!!!!!




permalink | inviato da roccammazzalavecchia il 26/11/2007 alle 11:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


20 novembre 2007

buongiorno


I blog mi fanno schifo. Quelli che c’hanno il blog mi fanno schifo. Le amicizie tra bloggers mi fanno schifo. Le affinità elettive tra bloggers mi fanno ancora più schifo. I complimenti scambiati nei commenti mi fanno schifo. I bloggers che credono di essere artisti mi fanno schifo. Quelli che credono di essere spiritosi mi fanno schifo. Quelli che sono seri mi fanno schifo. Quelli che parlano dei fatti loro mi fanno schifo. Quelli che parlano dei fatti degli altri mi fanno schifo.

La blogosfera mi fa schifo.

Tutti a impacchettare la verità. Ma la verità non interessa più a nessuno





permalink | inviato da roccammazzalavecchia il 20/11/2007 alle 10:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa


15 novembre 2007

questo post farà ridere almeno due persone

Ieri sera ho guardato la televisione, e non mi è dispiaciuta per niente. Non ho trovato volgarità, non mi sono scandalizzata, non ero per niente infastidita.
Certo, davo le spalle allo schermo e avevo tolto il volume, ma in quel momento facevo comunque parte del pubblico televisivo, ero una figlia della famiglia auditel, facevo parte integrante di future e illuminanti statistiche.
Fantastico.
La vera rivoluzione è non cambiare il mondo. Lo dice l’enel. Infatti, infatti.
Mica lo devi cambiare il mondo, ti giri dall’altra parte, lo ignori, fischietti e nel frattempo continui a farne parte.
Fantastico.
Si, va beh, ma allora la coscienza sociale e l’impegno politico? E soprattutto chi sarà uscito dall’isola dei famosi?
Certo, è stata una bella serata, quella di ieri, usare la televisione come abatjour non è una cattiva idea.
Certo, mentre parlavo dell’infinito, sole, luna, stelle, massimi sistemi, e il cuore e l’umanità e blablabla, Christian era sdraiato su una stampella di ferro, quelle che ti dà in omaggio la lavanderia dopo che hai pagato 10 euro per farti lavare un calzino, e tale e cotanta stampella gli grattava il sedere, eppure non se ne è accorto, e io ho pensato che quando parlo sono così pesante che faccio dimenticare pure una stampella nel culo.

Poi l’altro giorno ho cercato di capire dal tg5 la notizia del ragazzo tifoso laziale ammazzato all’autogrill. Mi sono concentrata come in poche occasioni nella mia vita , per seguire alla lettera la chiara e puntuale ricostruzione del fatto da parte del giornalista .
alla fine ho capito che:

1) a perugina i giovani sono tutti degli zozzoni e fanno i festini porno e tante canne

2) che l’orso a tre zampe del bormeo orientale si sta estinguendo perché non faccio la raccolta differenziata

3) thais è incinta di teo mammucari

4) qualcuno ha chiamato Oceano il figlio e poi dice che è il fratello che pippa.

Da segnalare:
Su vanity fair ho letto che giovanna mezzogiorno si trova bella e non cambierebbe niente di sé.
E grazie, tu sei giovanna mezzogiorno, prova ad essere me appena sveglia la mattina, poi ne riparliamo.


14 novembre 2007

obbedienza fisica

 
Nella loro gesticolazione ingenua e appassionata riconoscevo il rimpianto impotente d’un essere amato
che ha perso l’uso della parola. Quando la carrozza svoltò e cessai di vederli ero triste come se avessi perduto un amico, come se fossi morto io stesso, avessi rinnegato un morto e disconosciuto un dio




permalink | inviato da roccammazzalavecchia il 14/11/2007 alle 9:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


12 novembre 2007

persino i capelli del vostro Capo sono contati




permalink | inviato da roccammazzalavecchia il 12/11/2007 alle 14:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


9 novembre 2007

sono nata con comodo


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. compleanno

permalink | inviato da roccammazzalavecchia il 9/11/2007 alle 17:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

sfoglia     novembre       
 

 rubriche

Diario
il blog di tellina
il blog di annarè
la posta di rocca
Tarzan e Cita(zioni)
vedokiaro
famiglia AmmazzaLaVecchia

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

nerokiaro

Blog letto 54146 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom